Tempo di nuovi progetti

Non considero questo periodo dell’anno quello in cui si devono fare bilanci perché penso che la fine dell’anno sia solo una convenzione che non determina alcun vero passaggio da una vecchia fase a una nuova, salvo situazioni particolari.

Per quanto mi riguarda, questo non è nemmeno il periodo in cui solitamente devo prendere importanti decisioni o fare scelte per il futuro.

Ho sempre guardato alla vita come un fiume che scorre in un continuo e inarrestabile movimento, con noi che ci navighiamo sopra. Le scelte e le analisi si compiono quasi tutti i giorni e queste determinano la direzione degli eventi, anche se a volte succede di lasciarsi trasportare dalla corrente.

Di tanto in tanto poi si sente l’esigenza di fermarsi a controllare se la direzione è giusta, ed è una consuetudine per tanti di farlo proprio durante la pausa delle festività.

Più o meno approfonditamente si tirano le somme dell’anno passato, si danno i voti e i giudizi e si fa la lista dei buoni propositi evidenziando le cose su cui si vorrebbe focalizzare di più l’attenzione, a cui dedicare più tempo o in cui migliorare.

Altre volte è capitato anche a me, ma non quest’anno!

Io il bilancio l’ho già fatto, costruendolo un po’ ogni giorno nel corso dell’ultimo anno. Ho valutato un arco temporale ampio che abbraccia gli ultimi anni. Ho separato le cose che mi stanno bene da quelle che non, quelle che mi gratificano da quelle che mi deprimono, quelle su cui costruire da quelle che voglio abbandonare.

Un bilancio che pur tenendo conto degli aspetti personali è focalizzato sull’area professionale e che evidenzia due voci importanti: tempo e passione. Entrambe presentano fortunatamente un saldo positivo che non voglio bruciare perché il primo si sa, è limitato, mentre la seconda è allo stesso tempo fonte di energia e motore propulsore delle nostre azioni senza la quale, diceva Hegel, nulla di grande è stato fatto nel mondo.

Le somme le ho tirate e le decisioni le ho già prese.

Apro il nuovo anno pronto per dedicarmi ad altri progetti, con il proposito di seguire poche ma chiare regole: discutere argomenti che m’interessano; collaborare con persone con cui condivido interessi; seguire i miei tempi; sentire e fare mio lo spazio e la dimensione in cui opero.

So che si tratta di un proposito ambizioso, ma credo che riuscire a realizzarlo sia anche il modo per trovare il giusto equilibrio tra realizzazione professionale e personale e dare un significato più profondo alla mia vita.

Tempo di nuovi progettiultima modifica: 2012-01-03T01:20:00+00:00da massimoko
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Tempo di nuovi progetti

Lascia un commento