Old Shanghai Reloaded

La vedi questa casa” mi dice un’amica che abita a Shanghai, “un mese fa era la in fondo”, indicandomi un punto alcune centinaia di metri più lontano. Oggi l’intera area è un cantiere dove rimangono macerie di case che sono state rase al suolo per fare posto ad un nuovo e moderno centro residenziale.

L’unico edificio rimasto in piedi è la casa su due piani che abbiamo di fronte, dichiarata di interesse culturale dalla municipalità e quindi salvaguardata. Mi racconta che è stata spostata dalla sua sede precedente nel corso di una notte.

E’ una consuetudine in questa metropoli che non rallenta la sua espansione – in orizzontale ed in verticale  – al ritmo continuo di martelli pneumatici e caterpillar che demoliscono e ricostruiscono interi quartieri, e a cui  l’Expo 2010 ha imposto una vera e propria metamorfosi.

Molti Lilong, i vecchi quartieri di Shanghai, si sono dovuti arrendere all’avanzare della modernità, e con essi i suoi numerosi abitanti. Un destino travagliato quello delle sue case: un tempo eleganti residenze abitate da singole famiglie che negli anni ‘50 il regime comunista ha espropriato e trasformato in affollati condomini, spesso appannaggio dei familiari di burocrati del partito, oggi sono pesantemente minacciate dalla ‘fame’ di lotti edificabili delle imprese di costruzioni.

In quelle ancora rimaste in piedi si concentrano molti degli shanghainesi fieri delle loro origini che hanno resistito alla migrazione verso le aree periferiche della città ed i suoi palazzi moderni ed anonimi.

Girare a piedi per questi vecchi quartieri è un’esperienza davvero impagabile. Percorrendo le strade principali non ci si rende nemmeno conto, ma non appena si imbocca uno dei piccoli vicoli dove si intreccia il mondo segreto dei Lilong, una Shanghai diversa sorprende i nostri sensi. Nell’intimità di queste vie la vita quotidiana scorre incurante della frenesia della città ed i ritmi sono ancora quelli delle piccole comunità in cui prevale il sentimento di socialità

 

Shanghai_lilong2.jpg

[squarcio del cortile di un lilong]

  

Shanghai_lilong.jpg

[vicolo di un lilong]

 

E’ mattina ma il mercato all’aperto nella corte centrale è già nel pieno dell’attività. Mi addentro tra la gente che fa commercio di ogni cosa e vengo avvolto da un mix di odori e suoni, tra il vapore che emanano le tipiche ceste in legno in cui cuociono i ravioli, il frinire dei grilli rinchiusi in piccole scatole ed il canto dei pappagallini da compagnia.

 

Shanghai_grillo.jpg

[grilli in gabbia]

 

Qui ritrovo l’Asia che più mi affascina, quella della gente incontrata per strada che mi accoglie con un sorriso e che nonostante l’enorme barriera linguistica è capace di trasmetterti una grande solidarietà anche con un piccolo gesto.

 

Shanghai_giocatore2.jpg

[partita in strada]

 

Shanghai_Vecchie.jpg

[vecchie donne di Shanghai]

Old Shanghai Reloadedultima modifica: 2011-05-11T22:01:00+02:00da massimoko
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento