Un po’ di fiato

Ho già cambiato piani due volte per questo ponte. Volevo andare al mare, per respirare aria che sa di salsedine e di voglia di partire per qualche terra lontana. E’ da un po’ che non torno nella mia Sicilia, e pensavo di farlo in questi giorni ma ho dovuto rinunciare. Anzi, in questo caso, rimandare.

Così ho pensato di fare un giro nelle terre verdiane domani, ma tra il meteo che non promette nulla di buono e amici che invece promettono di esserci ma poi cambiano i programmi credo che rinuncerò anche a quello.

Ma va bene anche così. Ho tante cose arretrate da sistemare che tre giorni non basterebbero comunque per farle tutte. Pensavo di iniziare l’anno prendendo le cose con molta calma, invece i primi mesi di attività sono stati abbastanza intensi e la to-do-list è andata riempiendosi a un ritmo sostenuto. Non che la cosa mi dispiaccia, tutt’altro.

Anche i miei passaggi in queste pagine sono meno frequenti ultimamente, tant’è che ho diversi post in bozza che dovrei completare e pubblicare.

E allora mi dedicherò un po’ a tutto questo. Al prossimo viaggio che ho iniziato a pianificare. Alle scartoffie di burocrazia che non si ha mai voglia di fare. Agli archivi da sistemare. Un po’ di lavoro su progetti secondari, cosi mi porto avanti sulle scadenze.

Magari mi riposo anche un po’, che tirare ogni tanto il fiato semplicemente non facendo nulla non fa mai male. E visto che il meteo lo suggerisce, magari vado pure al cinema.

A proposito, ieri invece sono andato a vedere questo ormai quasi a fine programmazione e sono contento di essere riuscito a prendere i biglietti in last minute e in promozione al 50%. Uno spettacolo davvero bello e coinvolgente.


 

Un po’ di fiatoultima modifica: 2012-04-29T14:57:00+02:00da massimoko
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento