Una storiella che potrebbe essere vera

Un ragazzo di citta’, Kenny, si trasferisce in campagna e compra un asino da un vecchio contadino per 100 dollari.

L’agricoltore accetta di consegnare il somaro il giorno dopo.

Ma invece il contadino si fa vivo e riferisce: ‘Mi spiace figliolo, ma purtroppo ho brutte notizie per te. L’asino e’ morto.’

Kenny replica: ‘Va bene, allora restituiscimi i soldi’.

‘Purtroppo non posso farlo. Me li sono gia’ spesi’.

‘D’accordo – risponde il paziente Kenny – allora dammi almeno il somaro.’

‘E che cosa ci fai con un asino morto?’.

‘Lo mettero’ come premio per una lotteria’, esclama deciso Kenny.

‘Non puoi sorteggiare un asino morto’ – replica il poco convinto contadino –

‘Certo che posso, insiste Kenny; bastera’ non dire a nessuno che e’ proprio morto.’.

Un mese dopo il contadino incontra Kenny e chiede: ‘Come e’ andata a finire con quel somaro morto?’

Kenny risponde contento: ‘Come ti avevo detto l’ho sorteggiato. Ho venduto 500 biglietti a 2 dollari al pezzo e ho guadagnato 898 verdoni.’

‘E nessuno ha protestato?’, si meraviglia il contadino…

‘Solo il tizio che ha vinto. Ma io gli ho restituito i soldi indietro.’

Kenny in seguito e’ cresciuto, ha fatto carriera, ed e’ diventato il presidente di una qualsiasi azienda o istituzione che faccia come mestiere la venditrice di somari morti.

A somari vivi.

la storiella è presa qui: finanzaworld

Una storiella che potrebbe essere veraultima modifica: 2012-05-23T16:08:00+02:00da massimoko
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento